SILVIA BERTINI COLORI E MATERIA INTRECCIATI

L’opera di Silvia Bertini si colloca all’incrocio dell’arte povera e dell’upcycling. Sui suoi grandi dipinti, centinaia di tappi di bottiglie che veste con i suoi  colori danno origine a delle marine la cui linea d’orizzonte apre grandi spazi che invitano a fantasticare. Silvia Bertini lavora la materia. Dà una seconda vita a questi oggetti insignificanti della vita quotidiana che ricupera con pazienza quando altri li butterebbero via. Piega, spiega, leviga questi tappi in alluminio affinché l’acqua possa riflettersi nel metallo.

Arte povera & Upcycling 

I tappi di bottiglia di vino costituiscono l’elemento metallico di cui i miei quadri e marine sono costituiti. Sull’acqua dei miei ricordi, la mia mano piega, spiega e leviga la materia affinché i riflessi del metallo generino i luccichii dell’acqua. La linea d’orizzonte del paesaggio diventa questo filo senza spessore che unisce i miei sogni di slancio alla superficie del dipinto.

 

A ogni visitatore che entra nel moi laboratorio, propongo di scrivere una frase relativa alla giornata mondiale della pace. Ho raccolto, fino ad oggi, diverse centinaia di pensierini in tutte le lingue, con l’intento di realizzare una composizione collaborativa.

Pittura

Scoprire il suo lavoro

Scoprire

La robe de peau d'âne

Il quinto vestito di Peau d’âne, opera esposta sotto il portico all’ingresso del villaggio nell’ambito della mostra a cielo aperto L’ARTENCIEL nel 2009-10.

Incontra l'artista...

Atelier Silvia Bertini

11 place de la Mairie
Tel. : +33 (0)6 75 21 68 85
www.silviabertini.com

Ulteriori informazioni
Fermer
I tuoi colpi di fulmine

Nessun elemento presente nel tuo carrello

Scarica i tuoi colpi di fulmine

Il tuo browser è incompatibile con i colpi di fulmine.

Se la modalità navigazione privata è attivata, devi disattivarla.